Harper Lee, Il buio oltre la siepe, Stati uniti d’America, 1960, Feltrinelli Trama: Jean-Louise Finch, conosciuta come Scout, e Jem Finch sono fratelli che vivono col padre nella città di Maycomb, in Alabama. Il padre, Atticus Finch, è un avvocato molto rispettato. I due giocano per tutta l’estate in giardino e quando si annoiano vanno in esplorazione. Un giorno fanno amicizia con Dill, un ragazzino molto strano. I tre diventano presto inseparabili e passano l’estate a cercare di entrare nella casa dei Radley, una famiglia che non è mai uscita di lì. Alla fine si cacciano in un mare di guai e rischiano di essere uccisi perché sono entrati nella proprietà privata dei Radley. L’estate finisce e Dill che vive in un’altra città è costretto ad andarsene. Scout incomincia la scuola e ogni volta, quando torna da scuola, trova un regalo nella corteccia dell’albero. Jem prende tutti i regali e li nasconde. I due vanno avanti così fino a quando non viene messo del cemento nell’albero. I giorni di Jem e Scout a scuola passano abbastanza bene, fino a quando ad Atticus non viene affibbiato il compito di difendere Tom Robinson, un uomo di colore. Da quel giorno la gente li prende sempre in giro. Un giorno d’inverno un cane con la rabbia minaccia Jem e Scout, ma Atticus prontamente gli spara e lo ammazza, e così viene fuori una sua nuova caratteristica. Atticus è il miglior tiratore della contea, impensabile per i soui due figli che non l’hanno mai visto uscire di casa con un fucile allacciato in vita. Il giorno del processo si avvicina lentamente e la vita di Maycomb va avanti anche quella lentamente. Come finirà il processo? Commento: Il libro mi è piaciuto anche se a tratti l’ho trovato un po’noioso. Consigli: Lo consiglio a tutti.