In questo libro si parla di un ragazzo che ha appena cominciato il primo anno di scuola superiore: non parla con nessuno e si isola sempre di più. Un normalissimo giorno di scuola, entrato in classe, incomincia subito a guardarsi intorno e nota che i suoi compagni sparlano di lui, ridendo e guardandolo stupiti per il suo modo di fare. Il professore comincia a fare l'appello e il ragazzo si sente molto a disagio perché sa che appena il professore lo chiamerà partiranno risate e ghigni nei suoi confronti. Ogni giorno così finché non arriva una ragazza che fa amicizia con lui perché a lei interessa come lui è interiormente (mentre i suoi compagni guardano solo l’aspetto esteriore)

Questo libro mi ha colpito molto soprattutto alla fine quando entra in scena la ragazza che accetta il protagonista così com'è, rendendo il significato della storia molto profondo. Leggendolo ho imparato qualcosa di molto importante.

Maria Madalina Mocan - cl. 3 B -IC Dozza - Secondaria I grado "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfo