Questo libro racconta cento biografie di donne che sono entrate nella storia, come MISTY COPELAND, una ballerina afroamericana che amava così tanto la danza che disse che la danza aveva scelto lei e non viceversa.

Fu la prima afroamericana a salire sul palcoscenico per ballare, ma si fece male e si ruppe una gamba, allora dovette stare ferma per un po’; lei però non voleva perdere la danza…

Lottò per ricominciare e infatti ce la fece e riprese a ballare.

Secondo me questo è un libro molto bello e istruttivo perché insegna a perseguire con tenacia le cose che si vogliono fare nella vita: questo significato lo rende anche interessante.

 

Vittoria Laversa - classe II B - Sc. Sec. I grado "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfo - IC Dozza Imolese