QUANDO HITLER RUBO’ IL CONIGLIO ROSA

 

Cognome: Tullini Nome: Beatrice Classe: 3^D

Autore: Judith Kerr

Titolo: Quando hitler rubò il coniglio rosa

Casa Editrice: Rizzoli

Luogo di produzione: Regno Unito

Anno di produzione: 1971, in Italia nel 1976

 

Trama

Anna è una bambina di 10 anni che abita a Berlino con la sua famiglia di origini ebree.

L’elezione di Hitler a cancelliere induce la famiglia a lasciare la Germania e a trasferirsi in Svizzera. Il padre non riesce a trovare lavoro e, per questo, la famiglia vive quasi in povertà. In seguito un giornale francese lo contatta ed allora si trasferiscono subito a Parigi, dove Anna iniziò a frequentare una scuola comunale. Inizialmente a scuola non andava bene in quanto non sapeva una parola in francese, ma dopo un paio di mesi era diventata una vera e propria “francesina”. Tuttavia, dopo quasi un anno di permanenza in Francia, i problemi economici persistono e per questo motivo sono obbligati a ritrasferirsi a Londra, dove ricomincieranno una nuova vita tutti insieme.

 

Commento

Penso che questo libro sia un po’ noioso, non mi è piaciuto perché succedono sempre le stesse cose ed è privo di colpi di scena. È un romanzo molto breve, ma è ben dettagliato in tutte le vicende. Lo consiglierei ai lettori a cui piacciono le autobiografie ed i libri raccontati attraverso gli occhi di una bambina.