Questa storia parla di un lupo ben educato che andò a caccia nel bosco e prese diverse prede, poi chiese ad ognuna di loro: "Qual è il tuo ultimo desiderio prima che ti mangi?" e ognuna di loro, come ultimo desiderio, chiese la libertà, però il lupo replicava sempre "Cero che no!", però tutte le prede si inventavano delle scuse per poi scappare perché volevano la libertà e non volevano essere mangiate. Alla fine il lupetto prese anche un bambino gentile e ben educato come lui che gli domandò, come ultimo desiderio, un disegno e il lupetto lo esaudì, ma il bambino non scappò come avevano fatto tutte le altre prede. Allora il lupo gli diede il disegno e il bambino andò nella sua capanna a mostrare il suo disegno ai suoi amici, che poi, però, dopo scapparono e rimase solo il bambino che disse, mentre attaccava il disegno sul muro: "E' stato gentile, vero?". Il finale è buffo, perché le altre prede scapparono inseguite dal lupo, mentre il bambino ben educato attaccò il disegno che il lupetto gli aveva regalato.

Le immagini sono belle; i colori sono giallo, rosso, marrone e grigio. La mia scena preferita è quando il lupo era uscito da casa e camminava per andare per la prima volta a caccia da solo nella foresta.