In classe abbiamo letto un libro che mi è piaciuto tanto perché parla della mafia e s’intitola “Per questo mi chiamo Giovanni”.

L’autore è Luigi Garlando.

Questo libro parla di Giovanni Falcone, un giudice che combatté contro la mafia finché un giorno la sua auto fu fatta saltare in aria con 150 chili di tritolo, allo svincolo di Capaci, in Sicilia.

Questo avvenne il 23 maggio del 1992.

L’esplosione uccise cinque persone, a parte il conducente.

Questo libro è stato letto per capitoli e per questo mi incuriosiva sapere come andava a finire.

Nel periodo in cui lo leggevamo sono venute quattro ragazze di “Libera” per spiegarci la storia di Giovanni Falcone.

Sono state due lezioni molto interessanti.