Recensione di: Anita Gallerani, Scuola Secondaria di Primo Grado "Testoni Fioravanti", IC 5 Bologna, classe 2C

Titolo: I racconti di mezzanotte

Autore: Nick Shadow

 

Lo sapete che può essere rischioso prendere in giro un pasticciere e rubare i suoi dolci?

Vi hanno mai detto che i demoni possono impossessarsi di altri corpi?

Eravate a conoscenza del fatto che non bisogna fidarsi delle bambine che girano da sole?

Vi arrivano per caso messaggi da un numero sconosciuto?

Questo libro è un insieme di 8 paurosi racconti, uno più terrificante dell'altro. In questi racconti non mancano grida, dolci avvelenati, demoni, sangue, coltelli, scarpe che si muovono da sole,  poi anche misteri, voci di cui non si sa la provenienza, giochi reali, mostri, leggende; infine, non mancano posti abbandonati e prigioni per bambini.

Vi dico che è difficile finire questo libro, perché dopo la prima storia tremi di paura e andando avanti è sempre peggio, quando tutto sembra finito e stai per tirare un respiro di sollievo viene il peggio.

Non c'è un capitolo con il lieto fine, finiscono tutti nel peggiore dei modi.

Il capitolo che mi ha fatto più paura è stato “Doppelganger” che racconta di tre fratelli e della loro baby-sitter che diventa pazza e spietata.

Anche “L'altra sorella” fa paura, narra della vita di una ragazza che diventa amica di una bambina piccola che vaga da sola per il centro commerciale.

Voi direte: “Come fa a fare così tanta paura?” Vi dico che è una storia strana, ma davvero paurosa.

Questo libro è perfetto per spaventare gli amici e spaventare voi stessi. Anche i più coraggiosi, in fondo, ne hanno paura.

Se siete dei fifoni non è il libro che fa per voi, vi conviene provare con una storia di principesse o con una favola della buonanotte, di sicuro non con questo manoscritto.

Non so proprio come abbia fatto Nick Shadow a inventare tutte queste storie. Forse le ha prese dalla realtà, magari noi proprio ora siamo in una delle sue narrazioni, speriamo di no perché non andrebbe a finire molto bene.

Comunque in fondo questo libro mi è piaciuto, anche se per colpa sua avrò paura dei pappagalli, delle baby-sitter e di tante altre cose innocue, ne è valsa la pena.

Grazie Nick, per le prossime notti non dormirò più serena!

Anita