Parla di un bambino di nome Salvatore che deve ospitare a casa sua un migrante a cui è morta tutta la famiglia, si chiama Kalid.

Salvatore stava molto solo perché non sapeva nuotare. Un giorno vide tre persone morte portate dal mare, in quei giorni arrivavano un sacco di barconi con cadaveri o malati. Infine fece un gesto eroico: salvò una bambina.

Inoltre capì che gli immigrati non erano persone diverse da noi.