LUCA STORAI IIIA IC CASTIGLIONE-CAMUGNANO-SAN BENEDETTO

The Giver è un libro fantascientifico ambientato nel futuro dove tutto è calcolato e prevenuto nei minimi dettagli. La scrittrice descrive minimamente l’ambientazione, con lessico ben adeguato. Questo libro vede come protagonista Jonas, un undici, un sistema utilizzato per indicare l’anno in cui i ragazzi hanno vissuto dalla loro nascita. Jonas vive in una comunità dove tutto è perfetto, dove ogni differenza sociale è stata abolita e ogni impulso sessuale represso come le guerre. Ogni scelta è presa da un comitato che sceglie la sistemazione di ogni singolo abitante e riservano a lui un lavoro dove dietro si nasconde una lunga riflessione da parte degli anziani, diciamo i più saggi della comunità. Jonas è agli sgoccioli di questa sua cerimonia insieme ai suoi compagni, anche loro undici, e tra poco dodici…

I personaggi sono parte integrante in questo libro. Il protagonista, Jonas, ha una sorella Lily, una padre e una madre. Ha due amici Ascher e Fiona della sua stessa età. E infine il Donatore, il suo insegnante. Jonas è molto legato a loro, tanto che proprio lui ci fa capire che niente potrà mai essere ripetitivo e l’uomo avrà sempre domande e vorrà sempre trasgredire le regole a costo di morire. Il libro di primo impatto può sembrare monotono ma dopo le prime 50 pagine tutto è diverso e la storia si ribalta senza che uno se lo aspetti. È un libro molto originale. Questo libro riesce a mettere in comunicazione il lettore e il libro stesso.

Consiglio di leggere questo libro principalmente alle persone che amano il genere fantascientifico; è un libro che pone tante domande alle quali non viene data risposta, ogni lettre quindi è libero di pensare e di immaginare.