SARA BARTOLOMEI IIA IC CASTIGLIONE CAMUGNANO SAN BENEDETTO

Il Piccolo Principe è un bambino proveniente dal pianeta B612, atterrato sulla Terra per esplorarla e farsi degli amici. Il suo primo incontro avviene con un aviatore nel deserto e la prima cosa che gli ha chiesto è stato “Disegnami una pecora!“. Ma l’aviatore non è un gran disegnatore, infatti, all’età di 6 anni, la sua carriera di artista è stata interrotta per “colpa degli adulti”. A scuola gli fu chiesto di fare un disegno e lui tracciò sul foglio un boa che ingoia un elefante da dentro e fuori. Ma non fu capito molto. Il Piccolo Principe insisteva nel volere quel disegno in modo da portarlo sul suo piccolo pianeta con solo una rosa con quattro spine e tre vulcani tra cui due attivi e uno spento che, il piccolo principe pulisce ogni giorno. Questo è solo l’inizio perché il piccolo principe esplorerà lo spazio venendo in contatto con personaggi bizzarri tutti diversi con caratteristiche proprie. Il piccolo principe, grazie al suo girovagare, ci insegna a viaggiare con la fantasia e soprattutto ci insegna a rispettare le diversità. Il libro è molto bello, ha un linguaggio semplice con episodi divertenti e a momenti commoventi e, a mio avviso, è un libro che ogni tanto fa bene rileggere.