Beatrice Masini e Roberto Piumini sono gli autori del meraviglioso libro “Ciao, tu”. Grazie alla loro scrittura semplice e scorrevole mi sono appassionata da subito a questa storia.

I fatti si svolgono nel liceo classico che frequentano Viola e Michele, i protagonisti del libro; lei è una ragazza all’ apparenza timida ma in realtà è estroversa, solare, coraggiosa e allegra; lui invece è un tipo timido e riservato ma allo stesso tempo romantico, anche se ancora non lo sa.

Il libro si apre con la lettera di Viola, nascosta nello zaino di Michele, in cui lei gli rivela il suo amore e lo invita ad indovinare la sua identità. Michele, in un primo momento, è un po’ perplesso perché non si è mai trovato in una situazione simile però decide di iniziare questa strana corrispondenza.

Inizialmente i messaggi sono brevi ma con il tempo iniziano a diventare lettere sempre più lunghe. Viola e Michele scrivendosi si accorgono di avere molte cose in comune:  paure, desideri, interessi; a entrambi piace la poesia, ma la cosa più importante che li accomuna è un forte sentimento: quello dell’Amore. Fra i due ragazzi cresce sempre di più la voglia di incontrarsi e di parlarsi di persona.

Secondo me il messaggio che vogliono trasmettere gli autori, Beatrice Masini e Roberto Piumini è che  bisogna vivere i propri sentimenti senza avere paura, non pensando solo al giudizio degli altri ma solo alla propria felicità. Se Michele non avesse seguito le sue emozioni non avrebbe risposto alla lettera e non avrebbe potuto vivere quella meravigliosa esperienza, scoprendo il suo amore per Viola.