“Fairy Oak, L’incanto del Buio” è stato scritto da Elisabetta Gnone, è un romanzo di genere fantasy ed è il secondo capitolo della trilogia; la casa editrice è De Agostini.

Il racconto è ambientato nel villaggio di FairyOak, nella Valle di Verdepiano dove abitano Nonmagici, Magici del Buio, della Luce e fate che convivono pacificamente da secoli.

La storia è raccontata da Sefelicetusaraidirmelovorrai soprannominata Felì, ovvero la fata-tata delle protagoniste, le streghe gemelle identiche ma allo stesso tempo diverse, Vaniglia soprannominata Babù e Pervinca detta Vì.

Vaniglia è una strega della Luce, solare, simpatica, dolce e romantica, può volare, far scomparire e comparire persone o cose e può trasformarsi e trasformare chiunque in una qualsiasi creatura buona soltanto dall’alba al tramonto. Pervinca invece è una strega del Buio, ombrosa e ribelle, come la sorella può far scomparire e comparire persone o cose e all’occorrenza può trasformare o trasformarsi in una qualsiasi creatura terribile e pericolosa ma, al contrario di sua sorella solo dal tramonto all’alba.

Il villaggio è minacciato dal Nemico, il Terribile 21 che vuole conquistare Fairy Oak per far trionfare il Buio sulla Luce, cercando di rompere il legame speciale fra le gemelle e convincendo Pervinca ad allearsi con lui. Il Nemico cerca in ogni modo di terrorizzare i poveri abitanti del paese che, costretti a stare rinchiusi nelle proprie case, non riescono a vivere serenamente e liberamente la propria vita.

Mentre gli adulti organizzano le ronde per cercare di proteggere il paese, i ragazzi sono costretti a restare sempre rinchiusi in casa; la zia delle gemelle, Tomelilla, per intrattenere le nipoti consegna loro, al posto del libro di storia, il Libro Antico dove si racconta tutta l’antica storia della Valle di Verdepiano e di come gli esseri Magici e Nonmagici hanno iniziato a convivere in pace e con rispetto.

Durante la lettura di questo libro, Pervinca viene incuriosita da un oggetto utilizzato dai loro antenati, il bastonespada, che è sepolto all’esterno delle mura del paese, in una zona molto pericolosa.

Quando il Nemico decide di attaccare, gli abitanti di Fairy Oak cercano con tutte le loro forze di combattere, difendendo se stessi e il proprio paese.

Nella confusione Pervinca scappa di casa e con una mappa rubata a Grisam, un suo caro amico, riesce ad uscire dalle mura del paese per cercare il bastonespada; è in questo momento che il Terribile 21 mette in atto il suo piano malefico, manda a parlare con lei un suo fidato messaggero che cercherà di convincerla ad allearsi con loro promettendole che gli attacchi al paese cesseranno se accetterà di far trionfare il Buio sulla Luce.

Il libro non racconta se Pervinca accetta o meno la proposta, anche se gli alleati del Nemico improvvisamente abbandonano la battaglia, e Pervinca fa ritorno a Fairy Oak tra la felicità di tutti.

Il libro che ho letto, Fairy Oak - L’Incanto del Buio, mi è piaciuto molto, mi ha fatto entrare nella storia tanto da farmi sentire un personaggio del libro, anche se mi avrebbe fatto piacere sapere il finale. Lo consiglierei a chi ama viaggiare con la fantasia. Il messaggio che mi ha trasmesso è di amarsi l’uno con l’altro grazie allo speciale e forte legame tra le gemelle Vaniglia e Pervinca.