Questo libro si intitola “Per questo mi chiamo Giovanni” e parla della mafia.

Lo scrittore è Luigi Garlando.

In febbraio sono venute quattro ragazze a parlarci della mafia e di Giovanni falcone, un giudice che lottò contro la mafia.

Queste ragazze facevano parte dell’associazione ”Libera”.

Il libro parla di un bambino di nome Giovanni.

Un giorno Giovanni chiede a suo padre perché Bum, un suo pupazzo, ha i piedi bruciati e il papà risponde:_ Te lo dirò quando sarà il tuo compleanno.

Il bambino si chiama Giovanni perché Giovanni Falcone è morto quando lui nacque.

Poi il padre dava i soldi ai mafiosi altrimenti loro gli dicevano che gli avrebbero fatto saltare il negozio.

Ma dopo la morte di Giovanni Falcone il papà del bambino disse al mafioso:-Qua non abbiamo più bambole.

Allora i mafiosi appiccarono un incendio e tutti i giochi si bruciarono.

Solo bum si salvò, ma rimase con i piedi bruciati.

E il bambino si chiama così in onore del giudice Falcone.