Questo libro è il diario di Greg, un ragazzino di 11 anni che, quando la scuola finisce, pensa di stare chiuso in casa per giocare ai videogiochi ma la sua mamma non è d’accordo e lo porta in vacanza in piscina, al mare… ma saranno delle vacanze orribili.

La storia è ambientata ai giorni nostri e la principale tematica affrontata è il desiderio adolescenziale di libertà. L’autore però sembra voler sollecitare i giovani d’oggi a non rimanere chiusi nel mondo dei videogiochi: meglio uscire all’aperto con genitori e amici.

Questo è uno dei miei libri preferiti perché molto divertente: racconta avvenimenti comici (al limite dell’assurdo) e i dialoghi sono molto simpatici, ma nello stesso tempo è anche un libro interessante e profondo che si legge velocemente perché lo stile e la narrazione sono incalzanti.

Lo consiglio ai miei coetanei che amano ridere, svagarsi e che hanno voglia di imparare ad apprezzare il tempo condiviso con le persone.

Rafael Lleshi classe I B - Sc. Sec. I grado “Papa Giovanni Paolo II” Castel Guelfo – IC Dozza Imolese