Il libro tratta tematiche delicate come la povertà delle famiglie colpite dalla guerra e il conflitto tra le differenti classi sociali, ma è anche un elogio all'amicizia condito con tanti racconti fantastici.

Le tre protagoniste sono Prisca, Elisa e Rosalba, tre alunne di quarta elementare che devono fare i conti con i problemi delle scolare della loro età: primo fra tutti una classe divisa tra ragazze ricche e ragazze povere, dove le battute cattive sono all’ordine del giorno e poi i compiti, gli esami ed una maestra veramente tremenda, adulatrice con le alunne ricche e cattivissima con le altre. Quando arriva a far espellere Adelaide e Iolanda (le due ragazze più povere) le nostre eroine progettano di vendicarsi provocando la maestra fino a farle perdere le staffe, fino a trattare malissimo una di loro, contando sulla reazione di rabbia nei confronti della maestra da parte dei genitori....

Non si può fare a meno di leggerlo più volte ed immedesimarsi nelle avventure delle tre protagoniste: soprattutto amo Prisca, intelligente e sensibile, figlia di due genitori snob che la vorrebbero una smorfiosa educanda ma che si rivela un vero maschiaccio giustiziere e scrive anche racconti bellissimi. Mi ha fatto commuovere ed emozionare... Ho sofferto con le protagoniste e sperato nella vendetta finale.

Ne consiglio assolutamente la lettura.

Arianna Astolfi

Classe I B – Sc. Sec. I grado “Papa Giovanni Paolo II” Castel Guelfo – IC Dozza Imolese