Il libro che ho letto si chiama ''Per questo mi chiamo Giovanni'' di Luigi Garlando.

Il libro parla della storia di Giovanni e suo padre che , nel giorno del suo decimo compleanno decide di regalargli una giornata in giro per le strade di Palermo, per spiegargli il perché hanno deciso di chiamarlo, tra tutti i nomi, proprio Giovanni.

Man mano che girano per la città suo padre gli racconta la storia della vita di Giovanni Falcone e gli racconta anche ciò che gli ha tolto la vita, ovvero la mafia e, questa, la collega anche ad un avvenimento avvenuto nella scuola di Giovanni, dove il bullo della classe ha spinto giù dalle scale un suo compagno e tutti gli altri sono stati in silenzio per paura di subirne anche loro le conseguenze.

Il padre, inoltre, racconta che anche lui era vittima della mafia e doveva dare loro dei soldi ogni mese, ma, quando viene a conoscenza della storia di Giovanni, decide di ribellarsi.

I mafiosi, in risposta, mettono una bomba nel negozio in cui lavorava e gli fanno un attentato, da cui lui si salva fortunatamente, e, proprio per questo, decide di chiamare suo figlio ''Giovanni''.