La storia di questo libro è ambientata in una dimensione totalmente diversa dalla nostra, dove tutto ha una forma cubica.

Il protagonista si chiama Steve, che un giorno si risveglia in mezzo ad un oceano.

Steve non capisce cosa sia successo; guardandosi intorno si chiede:

“Dove sono? Chi sono? Perché tutto ciò che mi circonda è fatto di blocchi?”

Sono le domande di un naufrago che arriva misteriosamente su un’isola particolare e fantastica, dove tutte le creature che la popolano e il paesaggio sono interamente caratterizzati da forme cubiche e squadrate.

All’inizio Steve è ignaro di come si debba vivere su questo strano mondo ma, come in un videogame, tutto si impara col tempo.

La prima cosa che riesce a fare Steve è camminare, ma poi la sua priorità diventa trovare del cibo.

Steve pensa di essere solo, ma durante la sua prima nottata sente dei rumori e si chiede:

“Sono solo o c’è qualcun altro?”.

 

Questo libro l’ho scelto perché parla di uno dei miei videogiochi preferiti.

La grande idea di questo libro è ripresa dal videogioco dove il protagonista, essendo trasportato a sua insaputa in un mondo totalmente diverso dal suo, deve riuscire a vivere imparando tutto da zero.

Nel libro, il videogioco viene descritto in modo fedele in tutti i suoi particolari; per questo lo consiglio agli amanti di Minecraft.

Il linguaggio è scorrevole e la storia è piena di colpi di scena.

Veramente si legge tutta d’un fiato!

 

Egidio Capasso - classe II B Sc. Sec. I grado "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfo - IC Dozza Imolese