Questo è un libro appartenente al genere letterario del diario. Il personaggio principale pertanto è l’autrice, cioè Susie Morgenstern, che racconta diversi episodi della vita di una donna un po’ grassa la quale fin da piccola adora mangiare, ma non è per nulla contenta di se stessa e vorrebbe con tutto il suo cuore il fisico di una modella. Così descrive la sua passione per il cibo come una grave malattia di cui si vergogna moltissimo. Rivela al suo diario che vorrebbe dimagrire perciò affronta diete, cure, ma malgrado il suo sforzo, appena finito un ciclo di sacrifici, recupera tutti i chili persi. Racconta di essere una maniaca della buona cucina al punto di inventare poesie e canzoni sugli alimenti, una per esempio è:

“Non mi sono scordata quanto amo il gelato,

anche freddo mangiato,

ma che buono il gelato.

In estate all’aperto,

in inverno al coperto,

sono folle e vorace,

il gelato mi piace.”

Racconta anche che prova un profondo terrore quando deve andare a fare shopping, ma ancor di più quando si pesa, infatti conclude la stesura di questo libro scrivendo:

“Un giorno la mia bilancia mi farà un gran sorriso e allora peserò molto, molto, molto, molto meno di un ippopotamo”.

 

Emma Natali Classe II B

Sc. Sec. I grado “Papa Giovanni Paolo II” Castel Guelfo – IC Dozza Imolese