E' un testo giallo e di avventura: parla di una bambina di nome Flavia che, con dei suoi amici, inizia ad indagare su un caso: perchè a Roma scompaiono i cani? Ad un amico di Flavia è morto il cane, a Flavia è scomparso il cane e ad un adulto che abita nella sua via è morto un altro cane. Alla fine si scopre il colpevole: è Liberto, un ragazzo che abita in una casa vicino alle loro.

Questo libro lo consiglierei ad un ragazzo a cui piacciano i testi gialli e le avventure misteriose. Il voto che dare al libro è dieci, perchè mi piaciuta la storia e mi è piaciuta l'idea di avere come detectives dei bambini: nonostante qualcuno avesse dei problemi, sono riusciti a risolvere il caso.

Io avrei voluto essere Scuto ( il cane di Flavia), per sapere cosa gli era capitato in tutto quel tempo. Il personaggio che mi è piaciuto di più  è stato Lupo, perchè non si è mai perso d'animo, anche se non poteva parlare perchè era muto. Io non avrei mai voluto essere inseguito dagli aiutanti di Venalicio, un mercante di schiavi, per paura di fare una brutta fine!

Per me questo libro insegna che non bisogna mai arrendersi anche in una situazione dove non hai quasi più speranze.