Anna e la sua famiglia in un nascondiglio si rifugiarono

perchè i Tedeschi la città "rastrellarono":

loro si salvarono

ma poi i Tedeschi li scoprirono.

Fortunatamente Elli, Miep, Kraler e Koophius li aiutarono

ed in un alloggio segreto li ospitarono.

I ladri entrarono

e qualcosa rubarono

ma per fortuna l'alloggio non saccheggiarono.

Nell'alloggio però è dura la vita:

non si riesce neanche a lavarsi le dita!
Ma un brutto giorno la polizia fece irruzione

e diede loro una grossa punizione:

nei campi di concentramento furono mandati

e tutti, tranne tre, non sono mai tornati.