Questo libro, scritto da Tom B. Stone, è ambientato in un scuola piuttosto tetra, in un cimitero oscuro e in un paesaggio veramente da brivido.

I personaggi principali sono Maria Medina e la direttrice della scuola, la signora Morthaus.

Maria Medina ama molto andare sui pattini a rotelle e insieme alle sue amiche decide di andare a correre per i corridoi della sua scuola, di notte, passando per un cimitero.

Nella scuola, correndo, si scontra con la direttrice e come per magia si scambiano le personalità. Maria così, all'esterno, sembra la direttrice e la direttrice sembra proprio Maria.

Accadono molto fatti imbarazzanti, spesso al buio e dentro sotterranei.

Uno scontro fra Maria e la direttrice rimetterà però le cose al loro posto.

Secondo me, questo libro voleva impaurire, ma in effetti non ci riesce veramente; per questo ho trovato la storia un po' insulsa.

 

"Comparve uno scheletro su uno skateboard"