E ra il 1767 , Cosimo un ragazzo di dodici anni , figlio del barone Arminio Piovasco di Rondò decise di salire per sempre su un albero. Il padre provò a convincerlo a scendere, ma questa fu la sua risposta “Non cambierò mai idea , io non scenderò più e mantenne la parola.

A Cosimo infatti , non piaceva quello stile di vita e fu un giorno a mezzogiorno, quando gli venne dato da mangiare un piatto di lumache e lui le rifiutò che prese quella ribelle decisione . Cosimo iniziò le sue avventure sugli alberi costruendosi tutte le comodità che gli potessero servire , con la complicità di suo fratello minore che gli forniva tutto l' occorrente e il cibo . Nel suo vagare da un albero all' altro incontrò vari personaggi : il Cavaliere Avvocato che gli fece da insegnante , il bassotto Otto Massimo che gli faceva compagnia , e Viola una ragazza che abitava nella villa accanto alla sua. Cosimo passava intere giornate a giocare con Viola nel suo parco , sempre senza scendere dagli alberi , anche se lei ci provava in tutti i modi ... Purtroppo un giorno Viola se ne andò e Cosimo la rimpianse molto .

Il messaggio del libro è il seguente : Ognino può fare quello che vuole nella vita, basta volerlo davvero. L'autore del divertente libro, Calvino, scrive con un linguaggio a volte un po' complicato, ma si riesce a capire ugualmente. Io lo consiglierei a tutti coloro che amano l'avventura e che vogliono evdere dalla noia quotidiana.