Il libro narra di un ragazzino di nome Harry che pensa di essere normale, ma non riesce a spiegarsi quei fenomeni che avvengono intorno a lui di continuo. Harry è un predestinato pertanto andrà a studiare ad Hogwarts, la più grande scuola di magia del mondo. Lì conosce due importanti amici Ron e Hermione, con loro intrapprenderà molta avventure, supererà molte prove..e laggiù nella foresta la grande prova di coraggio. C'era qualcuno di miserioso nella foresta, chi era? Cosa voleva da Hogwarts?

Secondo me il tema principale del libro non è la magia, la magia è solo una tecnica che usa la scrittrice per cercare di nascondere una cosa molto importante: la pietra filosofale. Ma non solo, in Harry Potter si parla di morte perché c'è un personaggio che è un dannato, ovvero un essere che vive tra la Vita e la Morte.

La scrittrice è bravissima, ha descritto i personaggi in un modo tale che è impossibile non immedesimarsi e non emozionarsi. Il libro è anche ricco di suspense e colpi di scena. Non ha un lessico difficile ma, le tematiche lo sono, per cui lo consiglierei a bambini che lo leggano con l'aiuto degli adulti per capirne il vero significato.