Coraline Jones è una bambina che si è appena trasferita in una casa, la quale possiede 14 porte, 13 delle quali portano a una specifica parte della casa e la quattordicesima si affaccia su un muro di mattoni, quindi è inutile.

Un giorno Coraline si stava annoiando a morte, perciò decise di andare ad aprire la porta che dava sul muro di mattoni ma… dopo aver aperto la porta non trova il solito muro di mattoni, ma un lungo corridoio tenebroso. Dopo  aver percorso il lungo corridoio tenebroso, la bimba trova una casa identica alla sua, con dei genitori identici ai suoi, se non per un piccolo particolare: al posto degli occhi hanno dei bottoni neri.

Il giorno dopo quella strana scoperta, Coraline rimane a casa da sola, ma poi si accorge che i suoi genitori erano scomparsi, e starà a lei tra gatti parlanti, genitori “fasulli”, bambini senza anima, vecchie attrici e cose viscide terrificanti, scoprire dove sono andati, o dove sono intrappolati…

Consiglio di leggere questo libro a coloro che amano le avventure, perché questa è un’avventura, e a chi non si prende paura facilmente, perché credetemi, ve ne farà venire, almeno un pochino.

Secondo me questo libro ha un significato profondo, perché ci fa capire che tutti noi possiamo sconfiggere le nostre paure, dobbiamo sempre ascoltare i consigli di coloro di cui ci fidiamo e che anche in una piccola cosa che sottovalutiamo, alla fine, ci troviamo sempre qualcosa di fondamentale.

Emma Rigatieri 2^B IC Dozza Imolese Castel Guelfo scuola "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfoma Rigatieri 2^B IC Dozza Imolese Castel Guelfo scuola "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfo