Il libro parla di un cane fantasma che si aggira nella casa dei Baskerville ed è considerato colpevole di molte morti. Ma non è così, infatti la colpa è del maggiordomo: se avesse ucciso tutti i famigliari dei Baskerville avrebbe preso tutta l'eredità e per farlo avrebbe ingaggiato un complice che avesse fatto tutto al posto suo e in cambio gli avrebbe dato metà dell’ eredità. Tutto poteva essere possibile se si fosse guadato bene alle spalle prima che ci arrivasse la polizia dietro di lui, chiamata da Sherlock Holmes e dal suo aiutante Watson. Il libro è molto affascinante e ha riscosso un grandissimo successo, infatti ne è stato tratto anche un film. Mi ha veramente appassionato non solo la storia intrigante e fantasiosa, ma anche il personaggio di Sherlock Hholmes, investigatore perspicace ed intuitivo che, con l’aiuto dell’amico Watson altrettanto intelligente, riesce a risolvere il caso, come sempre. Domenicali Damiano cl. I A “A. Moro” I.C. Dozza