Valerio e Uccio sono fratelli e hanno, entrambi, la passione per il ciclismo. È nonno Tino che gliela ha trasmessa. Uccio, il fratello maggiore, è già un campione di fama mondiale quando, al “Tour de France”, viene arrestato per doping ; la sua carriera è ferma per due anni, ma al suo grande ritorno sui pedali, trova un temibile avversario: suo fratello Valerio !!! Alla fine Uccio vince arrivando sul podio. Invece Valerio arriva quarto, ma per il suo primo “Giro d’ Italia” non si può lamentare. Questo libro mi è piaciuto molto perché parla di sport e di campioni. I due ragazzi avevano un “sogno”: diventare campioni come i loro beniamini e ci sono riusciti con la costanza, i duri allenamenti e la speranza. Anch’io un giorno spero di diventare un campione di basket !!! Ne consiglio la lettura a tutti i miei compagni perché questo libro fa capire che non bisogna mai arrendersi davanti alle difficoltà sia nello sport, ma anche nella vita. Iuzzolino Andrea cl. I A "A. Moro" I.C. Dozza