Bastiano Balthasar Bux è un ragazzino goffo, grassoccio, soprattutto solo. E ha una grande passione: leggere. In un giorno di pioggia, inseguito dai compagni che si fanno beffe di lui, si rifugia in una vecchia libreria, dove trova un volume intitolato “La storia infinita”. Il libraio non vuole venderlo, ma l’attrazione per quel libro è tale che Bastiano lo ruba e ci si immerge letteralmente: scopre infatti che lui non è solo spettatore delle meravigliose avventure che vi sono narrate, ma ne è anche protagonista, chiamato a salvare i destini del modo incantato di Fantàsia, con le sue mitiche creature e le città sospese.

E’ un libro molto coinvolgente, che consiglio a tutti, soprattutto alle persone a cui piace il fantasy. Il contenuto è davvero bello: il mio personaggio preferito è il Cane-Drago di nome Fùcur che aiuta Bastiano a sconfiggere il nulla, l’antagonista che viene rappresentato come un lupo oscuro. Non solo: Bastiano, per vendicarsi dei suoi compagni che lo deridevano, decide di dar loro una bella lezione sempre con l’aiuto di Fùcur. E alla fine il bene trionfa.

Denis Mirel Ardai - cl. 1 B - IC Dozza - Secondaria I grado Papa Giovanni Paolo II - Castel Guelfo