Margherita è una ragazza di 16 anni goffa, timida e insicura. Ha due migliori amici: Tom e Olimpia con i quali passa la maggior parte del suo tempo. Come suo solito, anche quel giorno Margherita prende l'autobus per andare a scuola e fa un incontro totalmente inaspettato: sull’autobus c’è Samuele, un ragazzo dolce, premuroso e gentile. Con lui Margherita vive la sua prima storia d'amore. Da quel giorno la sua vita viene rivoluzionata…

Questo è un romanzo pieno di avvenimenti, situazioni imbarazzanti e anche emozionanti, rappresenta in pieno la vita di un adolescente, sempre in movimento a causa delle tante cose da fare e il poco tempo per esprimersi. Mi sono vista in Margherita per il semplice fatto che sono una persona tremendamente insicura, negativa, non ho fiducia in me e nelle altre persone, come lei vado molto a periodi. Sono convinta del fatto che ogni adolescente si possa immedesimare in questa storia perché è proprio la descrizione di una ragazza come noi. Con tutte le nostre paranoie assurde, i nostri momenti “no” in cui vorremmo vedere tutti morti e a volte anche noi stessi, le nostre emozioni, i nostri ragionamenti che sappiamo già nessuno capirà perché “non ci capisce mai nessuno”, i nostri sorrisi e i nostri momenti veri. Tante volte penso a quanto sarebbe bello fermare la vita e passare avanti, a quando sarò grande, adulta, ma in realtà non lo voglio perché essere adolescente è bellissimo, nonostante tutti i problemi: è un momento unico e sarà indimenticabile.

Miranda Cenni - classe 3 B - IC Dozza - Secondaria I grado "Papa Giovanni Paolo II" Castel Guelfo