Il libro racconta la storia di Albert Andrews detto Bertie e del suo amore per il cucciolo di leone bianco, raccontata da sua moglie Millie ad un ragazzo che stava frequentando lo stesso college di Bertie.

Il ragazzo scappato dal collegio stava correndo sul bordo di un alto muro di matton,i quando si trovò davanti un cancello con un maestoso leone di pietra, che  sembrava ruggire sotto la pioggia con le fauci aperte; si fermò un attimo a guardarlo e sentendo un'automobile rallentare e per paura di essere visto si nascose dentro al cancello della villa. Passato lo spavento senti una voce chiedergli chi era, si voltò e vide una vecchia signora che lo invitò ad entrare in casa e iniziò a raccontare la storia del "suo Bertie".

 

Questa storia mi è piaciuta molto, perché racconta di due personaggi semplici, come un bambino e un animale feroce come il leone, che stringono una forte amicizia nel segno dell'amore e della sincerità. Mi piacciono le storie a lieto fine dove i protagonisti sono anche gli animali.

Questa storia è avventurosa. La consiglierei ai bambini che leggono solo libri realistici e paurosi.