“Gli effetti secondari dei sogni”, è uno dei libri che mi è piaciuto di più tra tutti quelli che ho letto a scuola, è travolgente, quando si inizia a leggerlo, ti appassiona talmente tanto che lo vorresti leggere tutto il giorno. Permette di immedesimarsi nei personaggi della vicenda.

È un libro fresco, contemporaneo e adatto a ragazzi dai quattordici anni in su. É inoltre profondo perchè approfondisce concetti soprattutto sull' adolecenza che non sono per niente banali come si pensa, molte volte diamo per scontato che le piccole cose, possano essere invece molto importanti.

Il vero significato del titolo del libro, secondo me, è che ogni nostra azione e ogni nostra decisione, ha degli effetti secondari proprio come i nostri sogni

 

Mariotti Veronica ITC "Gaetano Salvemini"